LoVi RECORDS nasce dal desiderio di Jenni Gandolfi di realizzare un’etichetta discografica che dia la possibilità di far conoscere artisti che interpretano i brani da lei composti, che in qualche modo hanno collaborato con la cantautrice o cantautori e artisti emergenti da lei selezionati . Per chi fosse interessato, può inviare mp3, curriculum artistico, foto o video (non è indispensabile) a lovirecordslabel@gmail.com  . Chi verrà selezionato, sarà contattato per un colloquio, dopodichè, Jenni deciderà, anche in base a questo, chi potrà far parte dell’etichetta.

“Se ci crediamo fino in fondo, i sogni si avverano” Jenni Gandolfi

GLI ARTISTI

Lorenzo Zamboni, Aurora Bernardelli, Lucrezia Ghilotti, Aurora Pece

Lorenzo Zamboni, Aurora Bernardelli, Lucrezia Ghilotti, Aurora Pece

Cantanti

Cinque piccoli interpreti dai 5 ai 10 anni interpretano il brano “Canzone per la pace”, un singolo importante il cui eco deve raggiungere tutti i popoli della terra, in particolare i bambini che sono il futuro del mondo. L’autrice, Jenni Gandolfi, vuole lanciare un messaggio importante proprio attraverso la voce dei più piccoli. I piccoli interpreti del brano sono: Lorenzo Zamboni, Aurora Bernardelli, Lucrezia Ghilotti, Kety Bongiorno e Aurora Pece. Il brano ha vinto nel 2018 il GEF, Global Education Festival, tenutosi presso il Teatro Ariston di Sanremo, interpretato allora dal coro di voci bianche della scuola Farinelli di Governolo MN, diretto sempre dalla cantautrice.

Matilde Battisti

Matilde Battisti

Cantante

Nasce il 26 aprile 2006, studia canto moderno con Jenni Gandolfi dal 2014 e pianoforte dal 2018. 
Nel 2012 ha partecipato alle selezioni di “Io canto” presso il Teatro Bibiena di Mantova e nel 2015 è stata selezionata ed è finalista nel concorso “Voci d’oro” di Montecatini Terme. Per il terzo anno consecutivo, nel 2018 vince il concorso per bambini “Piratino d’oro” tenutosi a Governolo (MN). Nel 2017 fa parte dei finalisti di Sanremo Junior e nel 2018 interpreta “Il pescatore” di Fabrizio De Andrè nello spettacolo “Ricordando Fabrizio De Andrè”, diretto dalla cantautrice, presso il Teatro all’Antica di Sabbioneta (MN).
Attualmente partecipa a spettacoli canori organizzati dalla cantautrice, fa parte de “La compagnia di Jenni Gandolfi” ed è corista della stessa.

Nel 2018 Jenni Gandolfi scrive per lei Il brano “Lettera per te”,, in cui la difficoltà di comunicazione tra una ragazzina adolescente e la madre viene superata da una lettera. Coming soon…

Aurora Leso

Aurora Leso

Cantante

Aurora Leso, studentessa di fisica, canta per raccontare le sue emozioni a chi le vuole ascoltare. Una passione, la sua, spuntata quasi per gioco inizando nel 2011 a studiare canto con Jenni. Le esibizioni sono state tante e in diversi importanti teatri, tra cui il Teatro Scientifico Bibiena di Mantova in occasione dello spettacolo, diretto sempre dalla cantautrice, “Ricordando Fabrizio De André” e il Teatro All’Antica di Sabbioneta . Ha partecipato alla prima rassegna per cantautori ed interpreti tenutasi presso il Teatro Comunale di Dozza, coordinata e diretta dal famoso cantautore Marcello Romeo, ma il più grande coronamento della sua esperienza canora deriva dall’ incisione del singolo “Per ogni ferita” scritta da Jenni Gandolfi e suonata al pianoforte da Filippo Lui. Questa canzone narra di una ragazza consumata da un tarlo: l’anoressia nervosa. Un tarlo che le ha stracciato l’anima, a cui lei parla e si rivolge con parole piene di disperazione e terrore, ma anche con la speranza di un cambiamento. È la storia di una lotta continua e straziante, fatta di promesse e ricadute, in cui l’unica costante è la fame d’amore e la forza che un percorso di recupero richiede.
“Ciò che vi chiedo, è di sentirmi non solo con le orecchie, ma di ascoltarmi con il cuore per provare a capire e sentire, per qualche istante, quel senso di sprofondamento e disperazione che affligge chi, costantemente in ogni giorno, mortifica se stesso trovando comunque la forza di lottare contro una oscura parte di sé, una voce interiore che si radica giorno dopo giorno sempre più a fondo, rubandoti anni di vita e che ti convince di essere una nullità, ti convince di non meritare questa meravigliosa vita di cui ti è stato fatto dono, e che richiede una forza disumana per essere zittita e tornare a prendere in mano le redini di un esistenza ancora tutta da scoprire, in cui il tarlo resta un vago ricordo, zittito, ora, dall’amore” . Coming soon….

Riccardo Smiglieri

Riccardo Smiglieri

Cantante

Sguardo tenebroso e accattivante, fascino latino, voce diretta . Riccardo Smiglieri, 23 anni, vuole diventare una nuova voce del panorama musicale italiano. La sua passione per la musica nasce a 8 anni rimanendo da subito colpito da personaggi come Adriano Celentano, Vasco Rossi e Nomadi che hanno influenzato il suo modo di ascoltare la musica. Grazie anche alla famiglia che lo ha sostenuto sin dall’inizio, a dodici anni inizia a prendere le prime lezioni di chitarra. A sedicianni diviene voce solista della rock band “Black Roses”, a diciassette debutta al Teatro Sociale di Mantova con la band “Sunline” per poi esibirsi in altri concerti in piazze importanti della provincia e in occasione di manifestazioni organizzate dal Comune di Mantova. A seguito della sua grande tenacia e voglia di migliorarsi sempre, a 22 anni inizia un percorso di studio di tecnica vocale con la cantautrice mantovana Jenni Gandolfi, che, notando in lui grandi prospettive grazie alle sue capacità vocali, lo ha inserito nello spettacolo “Ricordando Fabrizio De Andrè” tenutosi presso il prestigioso Teatro All’Antica di Sabbioneta (Mn) ad aprile 2018. Dopo la partecipazione ad alcuni concorsi musicali, tra i quali il “Video festival Live”, dove ha ottenuto grandi approvazioni da pubblico e giuria interpretando il brano “Bella” di Riccardo Cocciante, tratta dal noto musical “Notre Dame De Paris”, oggi interpreta un brano inedito scritto per lui dalla cantautrice. La canzone s’intitola “Siamo ancora qui”, disponibile su tutti i megastore digitali e si può già ascoltare e vedere in un video sul canale youtube del cantante. Il brano narra di una storia vera, ciò che può accadere ai giovani, che ogni giorno sulla strada giocano tra la vita e la morte, complici la nebbia e un bicchiere di troppo. L’arrangiamento del brano è stato inizialmente curato da Gregory Zamboni e rielaborato dal noto pianista e arrangiatore Filippo Lui. Hanno suonato: Michele Forgione (chitarra), Emiliano Masotto (batteria) e Il video è stato realizzato dal regista Mattia Giaon, la fotografia curata da Sunar Ibrahimov. Riccardo tutt’ora sta già lavorando sui nuovi brani inediti da proporre a Sanremo Giovani il prossimo anno.